domenica 16 marzo 2008

Ottimismi alla rinfusa

Sembra incredibile, ma il "bene" continua a insinuarsi allegramente e disordinatamente nelle nostre vite. Cogliete le opportunità, assaporate il gusto del cambiamento, rigenerate le batterie, fate, fate ora, contribuite allo sviluppo dei circuiti virtuosi, spingete anche voi nella direzione giusta.

Disordinatamente e allegramente raccolgo qui qualche notizia, idea, suggerimento operativo...

LA NOSTRA SCUOLA

Ieri c'è stata una riunione del gruppo di lavoro sulla nuova scuola da costruire nel nostro comune. Clima splendido, menti aperte, si va a grandi passi verso un bellissimo progetto, sostenibile, trasparente, saggio, lungimirante. Sembra incredibile davvero. Son quasi commosso.

IL LATTE VIRTUOSO

Vi segnalo un bellissimo circuito virtuoso in crescita molto rapida. Quello dei distributori del latte crudo "alla spina". Un'idea semplice, rivoluzionaria e con una grande potenziale culturale. Si va presso il distributore, si riempie la propria bottiglia con latte non pastorizzato (anche se igienicamente impeccabile) quindi molto più nutriente, ricco di vitamine e elementi nutritivi non deteriorati dal trattamento termico. Si ottiene salute, filiera corta, abbattimento dei rifiuti, risparmio economico, sviluppo di un mercato distributivo sano e auspicabile. Altro vantaggio fondamentale è la diffusione di una nuova cultura di consumo.

Se ti abitui al latte "alla spina", sarà più facile abituarti ai "detersivi alla spina" e ad altre forme di acquisto molto più sostenibili di quelle attuali.

Su milkmaps.com trovate la mappa dei distributori e potete richiedere che ne venga attivato uno nella vostra zona. Questo è uno dei primi temi a cui mi piacerebbe lavorare con la logica dei 300 (ne riparliamo). In ogni caso potete agire anche in piccolissimi gruppi, funziona. Basta proporre l'idea alla filiale del vostro supermercato o al caseificio vicino a casa o agli allevatori della vostra zona.

COSE BELLE

Ci sono in giro sempre più persone che fanno cose davvero belle, ma proprio belle. Qualcuno lo conoscevo da prima, ma molti li sto scoprendo attraverso il blog.

Jacopo Fo

Jacopo è un amico, sappiatelo, così sgombro il campo dai dubbi di pubblicità occulta: questa è pubblicità spudorata. Il suo gruppo di acquisto dei pannelli fotovoltaici sta finalmente funzionando a pieno regime. È un'occasione per realizzare un impianto praticamente a costo zero (non devo spiegarvi che importanza capitale ha sviluppare la rete delle energie rinnovabili in tutti i modi, vero?). Se potete, aderite.

Se non potete, fate subito un contratto per la fornitura di energia elettrica da fonti rinnovabili. Ci vogliono 5 minuti, non avete scuse per non farlo e anche questo è un importante intervento sul mercato. Più crescono le richieste, più mettiamo le mani sul volante dell'economia. Se lo fate datene testimonianza con i vostri commenti sul mio blog, aiuterà altri a fare la stessa scelta (la mia casa e la mia azienda usano questa energia da quando il mercato è stato liberalizzato).

Eugea

Guardate che bello questo spin off del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Ambientali dell'Università di Bologna. Questo è pensare e muoversi nel modo giusto. Anche questi sono segnali importanti.


Grazie di esistere a Rivoluzione Morbida e Marco & Daria, scoperti perché hanno commentato i mei post. Come loro ce ne sono tanti altri, magari attiverò un blog-roll per sostenerli.


Buona domenica a tutti.
È proprio un bel momento.

8 commenti:

Cirano ha detto...

Interessante la proposta del fotovoltaico! Sono uno dei 215 che è passato alla seconda fase. Quanto al latte in tutta la mia provincia c'è solo un distributore non vedo l'ora di attivarmi per averne degli altri.
Ho qualche dubbio sulla praticabilità della difesa biologica del mio orto di piccole dimensioni. Difficile assicurare una copertura biologica a zone limitate di territorio; potessero risolverci tutti i problemi le coccinelle! Certo che se invece di dedicarsi agli "stravizi" in una nota auto francese ...

Anonimo ha detto...

bello il sito del latte...speriamo si diffonda ancora, perché qualche mese fa c'era un tentativo di resistenza dei produttori industriali...io lo prendo sempre quando vado dai miei a padova, qui ce n'è uno in tutta la provincia, sob!!
ho fatto una richiesta per qui, ma mi sa che non ci sono mucche :-)

torta

sembraincredibile ha detto...

cirano, fammi sapere come va con l'impianto che le testimonianze dirette son sempre utili.

sembraincredibile ha detto...

torta, sto verificando che i nuovi distributori stanno nascendo come fungi e che la mappa non è molto aggionrata.. quindi guardati intorno e se ne scovi fai la segnalazione sul sito.

Anonimo ha detto...

ah!
adesso controllo quelli che so che ci sono vicino ai miei..
ah..noi il fotovolt non lopossiamo mettere...il regolamento edilizio non 'permette né quello né le parabole, solo che sulle parabole chiudono un occhio, sui pannelli no...

torta

Cirano ha detto...

Non prevedo tempi brevi ma vi terrò aggiornati, passaggio per passaggio, del progredire del mio impianto fotovoltaico. Al momento sto ancora "litigando" col Comune per le autorizzazioni. Stay tuned.

Daria & Marco ha detto...

Io penso che sia fondamentale far circolare le idee, da Jacopo partono belle iniziative, e credo sia importante la visibilità. Perché non ti iscrivi su stradaalternativa?

I banner sono un po' bruttini e la semplicità grafica di questo blog è molto piacevole (del resto fai il pubblicitario).. comunque pensaci.

Comunque credo che la parola d'ordine sia informare, far circolare le idee. E' vero che le persone sono molto reattive in questo momento... ma anche un po' confuse...

Ciao
M.

sembraincredibile ha detto...

Ci sono delle ragioni (un po' complesse da spiegare) che mi tengono lontano da alcuni meccanismi di diffusione. Non è detto che poi nel tempo non cambi strategia...