mercoledì 12 marzo 2008

Cambiamenti in corso

Sembra incredibile anche a me, ma quello che vado predicando succede (e non certo per merito mio). Se il mondo dovesse contare su di me per cambiare saremmo alla disperazione. Se le spinte a cambiare ci sono già e si esprimono allora io posso rendermi utile.

È un momento importante perché ora le forze che da anni stanno attaccando ai fianchi il nostro sistema malato nel tentativo di rimettere le cose un po' a posto trovano un terreno molto più fertile per le loro azioni. È il bello degli stati di crisi, ricordate? Crisi = rischio + opportunità.

In tanti stanno cogliendo le opportunità non facendosi demoralizzare troppo dalla crisi.

Oppure sono così demoralizzati da trovare la forza per reagire (va bene anche così).

Prendiamo ad esempio la rete dei Gruppi di Acquisto Solidale (GAS). È andata crescendo sempre più, rafforzandosi e articolando la sua offerta in modo sempre più completo. Ha coinvolto un numero crescente di persone svolgendo una fondamentale funzione di diffusore culturale. Dimostrando sul campo che esistono alternative e che non sono poi così impraticabili, anzi, sono alternative che fanno sentire bene chi le pratica.

Oggi dall'esperienza dei GAS stanno nascendo i Distretti di Economia Solidale, un passo avanti verso un sistema di mercato più saggio e a misura d'uomo. Non è una cosa banale: è una rivoluzione e sta succedendo ora.

Le iniziative in tal senso si moltiplicano e io credo che vadano supportate in ogni modo, perché questa è una strada che va assolutamente provata. È un bel generatore di circuiti virtuosi e un fenomenale strumento culturale nelle mani di chi vuole un paese nuovo.

Lo sta facendo RivoluzioneMorbida (collega di eversione) e vi segnalo la sua iniziativa che può essere seguita sul blog della nascente Rete di Economia Solidale del Friuli Venezia Giulia.

Sognatori in ascolto, svegliatevi e andate a dargli una mano, è tempo di agire e di dare forza alle cose belle.

È un bel momento, guai a chi non lo coglie.

5 commenti:

Giorgio Jannis ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Giorgio Jannis ha detto...

Se sei vicino, sei ovviamente invitato: sabato 15 mattina, a Palmanova in piazza, ore 9.30 - assemblea costituente della Rete di Economia Solidale del Friuli Venezia Giulia.
E grazie per il link.

Daria & Marco ha detto...

Ho finito di leggere il blog.
Complimenti. Molto lucido ed interessante.

Ok. Cicroli Virtuosi.

Ciao
M.

RivoluzioneMorbida ha detto...

Sembraincredibile... ti aspettiamo davvero. Un'altra economia è possibile e con il tuo aiuto lo faremo sapere a tutti.

sembraincredibile ha detto...

Giorgio e Rivoluzionemorbida, sono lusingato dell'invito, ma sabato sono già impegnato in "atti rivoluzionari" dalle mie parti, poi sono sicuro che a Palmanova bastate voi. Fatemi sapere come è andata.