mercoledì 16 aprile 2008

300: Operazione Imballaggi - Fase 2

Sembra incredibile, ma nonostante il trambusto elettorale l'Operazione Imballaggi prosegue il suo lavoro silenzioso.

Vi pubblico alcune delle risposte più interessanti arrivate ai vari partecipanti dalle catene contattate, tanto per farci un idea del tipo di reazioni che siamo suscitando.

Ecco cosa ha risposto Auchan a Mr. GöRéFe$T:

Buongiorno Sig. xxx,

La ringraziamo molto per la sua segnalazione e le comunichiamo che il buyer Self Discount, a cui abbiamo sottoposto la sua mail, ha deciso di accogliere la sua proposta. Ad oggi siamo presenti già con distributori di detersivi alla spina sugli iper di Torino, Venaria, Modugno, Nola e in breve tempo Porta di Roma, Giugliano, Piacenza.

Augurandoci di averla sempre fra i ns. affezionati clienti, la invitiamo a scriverci ogni qualvolta vorrà segnalarci qualcosa.
Cordiali saluti


Questa è Crai che risponde a Daria:

Gentile Sig.ra xxx,

lieti del Suo interessamento, in allegato Le invio l'elenco completo dei punti vendita dove ad oggi abbiamo installate le aree Eco Point e le aree Eco Goccia (detersivi alla spina).
Purtroppo ad oggi non abbiamo ancora aree Eco Point nella Provincia di Bologna, dove ci auguriamo a breve di poter procedere ad installazioni.
Potrà se lo desidera tenersi aggiornata sulle prossime installazioni collegandosi al sito www.craiweb.it nella sezione Etica & Ambiente / Eco Point.

RingraziandoLa comunque del Suo interessamento, cordialmente La saluto.


Coop Estense risponde a Silvia:

Gentile sig.ra Silvia,

la modalità di vendita dei detersivi da lei richiamata è in sperimentazione in alcune realtà distributive, sia private che
cooperative [ndr non da loro]. In particolare in Piemonte, dove l'iniziativa è sostenuta dalla Regione.
Stiamo seguendo attentamente l'esperienza e se gli esiti saranno positivi apriremo una riflessione sulla possibilità di implementare l'esperienza anche in Coop Estense.

Per altro in alcuni dei nostri punti di vendita potrà trovare il vono in vendita con lo spillatore. Purtroppo già alcune esperienze passate dimostrano che, sia per problemi di qualità, che per problemi di convenienza e di comodità questa modalità di vendita non sempre trova sufficiente gradimento tra i consumatori.
Per quanto riguarda i vassoi di polestirolo, come lei stessa potrà constatare abbiamo cercato di ridurre al minimo indispensabileil loro usa favorendo la vendita con bilance self service.

Nel ringraziarla per l'attenzione le porgiamo i nostri più cordiali saluti.


Non mancano ovviamente le risposte al limite della scortesia o quelle davvero poco convincenti. Leggete cosa Esselunga è riuscita a rispondere a Gianluca:

Egregio Signor xxx,
voglia innanzitutto scusarci per il ritardo con cui Le rispondiamo.
In merito alla Sua cortese segnalazione, La informiamo che, per il momento, non prevediamo di proporre il servizio da Lei richiesto, ritenendolo poco igienico e non in linea con il nostro stile distributivo.
La mancanza della confezione ingenera, infatti, un'ampia serie di problematiche:
- riduce notevolmente la vita dei prodotti che vanno quindi consumati in tempi brevi;
- non garantisce in modo efficace la qualità delle referenze commercializzate, impedendoci così di tutelare a pieno la nostra clientela;
- non permette al consumatore di ottenere, tramite l'etichetta, informazioni esaurienti sulla composizione e sulle modalità di utilizzo del prodotto stesso.
Le assicuriamo però che la nostra azienda è molto attenta alle tematiche ecologiche e relative allo sviluppo sostenibile. Proprio per questo abbiamo avviato da tempo diverse iniziative:
- produciamo e commercializziamo la linea a marchio "Per chi ama la natura", con certificazione Ecolabel. Si tratta di prodotti rispettosi dell'ambiente non solo per il basso impatto ambientale degli ingredienti formulistici, ma anche per il tipo di materiali utilizzati per il packaging, assolutamente riciclabili e quindi eco compatibili;
- abbiamo ridotto al minimo l'imballo dei prodotti a marchio Esselunga e non abbiamo confezioni voluminose;
- in tutti i nostri punti vendita è, inoltre, attivo il servizio di recupero e riciclo delle vaschette usate per la frutta e per la verdura.
Ci auguriamo che, alla luce di questi chiarimenti, Lei voglia di nuovo rivolgersi con fiducia ai nostri servizi e cogliamo l'occasione per porgerLe cordiali saluti.

Servizio Clienti Esselunga


Una risposta così lunga con un così attento tentativo di giustificare la propria posizione segnala un punto debole e fa di Esselunga un bersaglio interessantissimo.

Il succo di tutto questo è che, nonostante la nostra esiguità numerica stiamo facendo un ottimo lavoro. Quindi passiamo alla FASE 2.

Funziona così: tutti quelli che hanno scritto alle catene ora convincano una persona (magari anche due) a fare la stessa cosa. Persone nuove, mi raccomando, gente non ancora coinvolta. Stesse regole, stessa tecnica. Diamo una seconda bordata.

Facile, facile.
Vado a convincere qualcuno.

A presto.

14 commenti:

Anonimo ha detto...

Bellissimo! Mandato mail e inserito il tuo blog fra i preferiti.

Elisa

Cirano ha detto...

Mi sono già "bruciato" avevo già chiamato all'azione un po' tutti.
Vedo di riprovarci

tostoini ha detto...

a me finora hanno risposto conad e pam - che dicono di avere intenzione di provvedere a breve - mentre invece auchan e carrefour, che poi sono quelli che realmente mi interessavano visto che abito nel punto di intersezione tra due enormi centri commerciali, uno auchanmunito e l'altro carrefourdotato, ancora dopo due mesi e passa non si son fatti vivi.
vedremo..

Mr._GöRéFe$T ha detto...

uhuh...già lo stò facendo da un bel po'!! :)

Cirano ha detto...

Esselunga, risposte fotocopia, quella che ho ricevuto io è pressoché identica!

alebegoli ha detto...

come devo fare? attendo istruzioni :-)

alebegoli ha detto...

Ho trovato le istruzioni più sotto, procedo.

Era da un po' che stavo anch'io pensando alla questione (sono un'affezionata cliente del distributore latte crudo, ma ne vorrei altri), grazie per lo spunto ad agire.

alebegoli ha detto...

Messaggio inviato a Coop, ti farò sapere.

ondalibera ha detto...

Confermo Esselinga risposte fotocopia... dalle altre catene ancora niente...sigh, ora facciamo muovere qualcun altro

sembraincredibile ha detto...

Voglio ricordare a tutti che le risposte ci interessano, ma fino a un certo punto, il nostro obiettivo è fare percepire alle catene una richiesta del mercato.

Per esempio, se Esselunga risponde a tutti con la stessa lettera è un segno molto positivo. Vuol dire che in tanti abbiamo fatto la stessa domanda, talmente tanti da rendere più pratico avere una lettera pronta per quel tipo di richiesta.

Va benissimo così.

Non sono quelli dell'help desk a prendere le decisioni strategiche per la catena, noi vogliamo che quando il Sig. Esselunga chiederà a quelli dell'help desk "come va?", loro rispondano "c'è tanta gente che chiede il detersivo alla spina" (perdonate la seplificazione). Ok?

Altra cosa da capire bene è che non è fondamentale "stimolare il supermercato vicino a casa". È importante che uno o più catene prendano la decisione definitiva e saltino il fosso. Le altre arriveranno a seguire se le prime registrano un buon successo di vendite.

Comunque grazie a tutti, è proprio un bell'esperimento.

Anonimo ha detto...

Ovviamente sono d'accordo! Nell'ultimo anno ho rivoluzionato la mia vita con la scoperta del "gruppo". Della famosa "unione" che fa la "forza". Abbiamo cominciato con l'adesione al gruppo d'acquisto, passando attraverso un laboratorio dal nome "1,2,3, relazioniamoci" sulle dinamiche sociali all'interno dei gruppi, fino ad arrivare a questo esperimento dei 300. Illuminante! Marco ed io stiamo coinvolgendo alcuni amici. Sono entusiasta, l'idea dei 300 è stata per me illuminante e sto iniziando ad applicarla nei campi più svariati!
Grazie Daria

sembraincredibile ha detto...

L'idea era questa in effetti, spiegare il metodo perché altri potessero usalro...

Daria & Marco ha detto...

Alla buon'ora arriva Conad con un messaggio veramente sorprendente!!!

"Gentile cliente ,
ci scusiamo per il ritardo con cui rispondiamo alla sua mail , ( abbiamo avuto dei problemi con il servizio contattaci ) , La ringraziamo per la sua segnalazione molto attenta e dettagliata , La informiamo che attualmente non è prevista nella zona di Bologna la distribuzione di detersivi e altri prodotti mediante distributori self service .
Stiamo però prendendo in esame questa progetto e probabilmente a breve anche nella sua città troverà nei p.ti vendita Conad di maggiori dimensioni la possibilità di acquistare prodotti mediante distributori automatici .
Cordiali saluti ,
Servizio Conad Contattaci . "

.... "Stiamo prendendo in esame" ... "probabilmente"....
STIAMO VINCENDO!!!???

Occorrerebbe un'azioncina di ripasso? Tanto per non fermare la cosa al post "Report"...

In un'ipotetica fase 3 potremmo verificare chi ha iniziato ad installare i distributori e scrivere agli altri che sono in ritardo e che come consumatori consappevoli preferiamo passare alla concorrenza... (perdere clienti di solito è peggio che non acquisirne dei nuovi)... :DD ... ?!?!?!

Beh, sono sorridente e divertito da questo bellissimo gioco che hai messo in piedi... Fare la rivoluzione giocando è proprio il massimo che si può chiedere alla vita.

Preparati ad un free hug!!
M.

sembraincredibile ha detto...

He he he, dillo a Daria che non vuole sfruttare le onde... Comunque ho in cantiere la fase 3, il tuo commento cade a fagiolo...